Recensione “Gli anni della leggerezza” di Elizabeth Jane Howard

Recensione “Gli anni della leggerezza” di Elizabeth Jane HowardGli anni della leggerezza. La saga dei Cazalet (Vol. 1) di Elizabeth Jane Howard
Serie: La saga dei Cazalet #1
Pubblicato da: Fazi Editore il 08/10/2020
Generi: Saga Familiare
Pagine: 600
Formato: Copertina Flessibile

Recensione senza spoiler

È l'estate del 1937 e la famiglia Cazalet si appresta a riunirsi nella dimora di campagna per trascorrervi le vacanze. È un mondo dalle atmosfere d'altri tempi, quello dei Cazalet, dove tutto avviene secondo rituali precisi e codici che il tempo ha reso immutabili, dove i domestici servono il tè a letto al mattino, e a cena si va in abito da sera. Ma sotto la rigida morale vittoriana, incarnata appieno dai due capostipiti affettuosamente soprannominati il Generale e la Duchessa, si avverte che qualcosa sta cominciando a cambiare. Ed ecco svelata, come attraverso un microscopio, la verità sulle dinamiche di coppia fra i figli e le relative consorti. L'affascinante Edward si concede svariate amanti mentre la moglie Villy si lacera nel sospetto e nella noia; Hugh, che porta ancora i segni della grande guerra, forma con la moglie Sybil una coppia perfetta, salvo il fatto che non abbiano idea l'uno dei desideri dell'altra; Rupert, pittore mancato e vedovo, si è risposato con Zoë, un'attrice bellissima e frivola che fatica a calarsi nei panni della madre di famiglia; infine Rachel, devota alla cura dei genitori, che non si è mai sposata per un motivo ben preciso. E poi ci sono i nipoti, descritti mirabilmente nei loro giochi, nelle loro gelosie e nei loro sogni, in modo sottile e mai condiscendente, dalle ingenuità infantili alle inquietudini adolescenziali. Ma c'è anche il mondo fuori, e la vita domestica dei Cazalet s'intreccia inevitabilmente con la vita di un paese sull'orlo di una crisi epocale. Mentre le vicissitudini private dei personaggi vengono messe a nudo e vicende grandi e piccole intervengono a ingarbugliare le loro esistenze, si comincia a mormorare di una minaccia che viene dal continente, e che assume sempre più spessore nelle consapevolezze dei protagonisti, fino a diventare tangibile: la Seconda guerra mondiale è alle porte.

Acquista qui: Amazon, LaFeltrinelli, IBS, Mondadori, Libraccio

Gli anni della leggerezza” di Elizabeth Jane Howard è il primo volume della saga dei Cazalet, una serie che esplora la vita quotidiana di una grande famiglia inglese durante la fine degli anni ’30 e l’inizio della Seconda Guerra Mondiale. Il romanzo segue le vicende di tre generazioni della famiglia Cazalet e delle persone che gravitano attorno a loro, immergendo il lettore in un mondo fatto di tradizioni, dinamiche familiari complesse e cambiamenti storici.

Il libro è lungo e dettagliato, seguendo i personaggi quasi giorno per giorno, ma la scrittura magistrale di Elizabeth Jane Howard rende la lettura scorrevole e piacevole. L’autrice ha un talento unico nel descrivere i piccoli momenti della vita quotidiana, rendendo ogni scena vivida e coinvolgente. Nonostante la mole del romanzo, la narrazione è avvincente e mantiene l’attenzione del lettore con uno stile fluido e raffinato. Gli avvenimenti narrati sono perlopiù mondani, concentrandosi su relazioni interpersonali, rituali familiari e piccoli drammi domestici. Tuttavia, Howard riesce a sorprendere il lettore con colpi di scena improvvisi e inaspettati che aggiungono un elemento di suspense e fanno saltare dalla sedia dall’eccitazione.

I personaggi del romanzo sono numerosi e ben caratterizzati, ma la loro abbondanza può risultare inizialmente disorientante. All’inizio, ho faticato a tenerne traccia e a distinguere le varie relazioni e dinamiche familiari. Tuttavia, man mano che la storia procede, i personaggi diventano sempre più familiari e le loro storie si intrecciano in modo armonioso, creando un affresco complesso e affascinante della vita familiare. Ogni membro della famiglia Cazalet, dai patriarchi agli ultimi arrivati, è tratteggiato con cura e profondità, e i lettori possono facilmente affezionarsi alle loro vicende personali.

In conclusione, “Gli anni della leggerezza” di Elizabeth Jane Howard è un romanzo lungo ma avvincente, che offre uno sguardo dettagliato e realistico sulla vita di una famiglia inglese durante un periodo di grandi cambiamenti storici. La scrittura magistrale dell’autrice rende la lettura scorrevole e piacevole, nonostante la complessità della trama e la moltitudine di personaggi. Gli avvenimenti mondani sono arricchiti da colpi di scena improvvisi e inaspettati, che mantengono alto l’interesse del lettore. Se siete alla ricerca di un romanzo che esplori le dinamiche familiari con profondità e realismo, “Gli anni della leggerezza” è sicuramente una lettura consigliata.

Lascia un commento